Trattamento laser frazionario Co2 vs. Resurfacing laser all'erbio frazionario

Trattamento laser frazionario Co2 vs. Resurfacing laser all'erbio frazionario

Resurfacing frazionale del laser a CO2
Come funziona: i dispositivi di resurfacing laser ad anidride carbonica frazionata (CO2) utilizzano la luce infrarossa fornita attraverso un tubo riempito di anidride carbonica per creare ferite microtermiche nel tessuto mirato. Quando la luce viene assorbita dalla pelle, il tessuto viene vaporizzato, portando alla rimozione delle cellule della pelle invecchiate e danneggiate dallo strato esterno dell'area trattata. Il danno termico causato dal laser contrae anche il collagene esistente, che rassoda la pelle e aumenta la nuova produzione di collagene insieme a un picco nel rinnovamento cellulare sano.
Pro e contro: sebbene non chirurgica, questa modalità di trattamento è più invasiva di molti altri trattamenti di resurfacing della pelle, che può tradursi in risultati più evidenti. Detto questo, il fatto che sia più invasivo significa anche che può essere necessaria una sedazione parziale o completa per il comfort del paziente e tempi di trattamento spesso medi compresi tra 60 e 90 minuti. La pelle sarà arrossata e calda al tatto e si prevede un periodo di inattività di almeno una settimana.
Controindicazioni: esistono diverse controindicazioni standard, come le infezioni attive nell'area di trattamento desiderata. Inoltre, i pazienti che hanno utilizzato isotretinoina negli ultimi sei mesi devono attendere di essere trattati. Anche il resurfacing con laser CO2 non è raccomandato per i tipi di pelle più scura.
Resurfacing laser all'erbio frazionario
Come funziona: i laser Erbium, o YAG, utilizzano la luce infrarossa per fornire energia termica in profondità sotto la superficie della pelle. Il resurfacing del laser all'erbio frazionato crea minuscoli cerotti microtermici (lesioni) nel derma, lo strato intermedio della pelle, danneggiando il collagene e le cellule della pelle invecchiata e stimolando la produzione di nuovo collagene e il rinnovamento cellulare sano. In altre parole, questa modalità di trattamento esegue una sorta di vaporizzazione controllata dei tessuti per trattare e guarire la pelle danneggiata per un miglioramento della consistenza, del tono e dell'elasticità della pelle.
Pro e contro: i trattamenti laser con erbio frazionato sono più adatti ai pazienti più anziani, poiché, rispetto al microneedling, mirano ai tessuti più profondi al di sotto della superficie per un miglioramento della produzione di collagene. Tuttavia, non esiste una linea guida precisa per determinare chi potrebbe essere troppo giovane per questi particolari trattamenti. Questo trattamento richiede anche tempi di inattività significativi con arrossamenti che durano per diversi giorni. I trattamenti laser frazionati all'erbio non sono ideali per i toni della pelle più scuri a causa dell'alto rischio di scolorimento.
Controindicazioni: poiché i laser riscaldano la pelle, ci sono più effetti collaterali da considerare, comprese le preoccupazioni relative all'iperpigmentazione post-infiammatoria, insieme a tempi di inattività più lunghi e cure post-trattamento.


Tempo post: ottobre-20-2020